Storie

Abramo Butrichi

Lo vedi ed è come imbattersi in un Francesco Guccini da giovane, ma senza eskimo. Chiudi gli occhi e, sentendolo cantare, immagini di essere davanti ad un misto tra Rino Gaetano, Brunori Sas ed Ornella Vanoni (quest’ultimo accostamento è dovuto a Michela). E’ il front man di un gruppo che si fa chiamare “La bicicletta a righe” (l’originale gli fu rubata davanti alle poste). A Carnevale con “I Baci e Ciaffate” riempe di note e di coriandoli il passaggio delle mascherate (prima) e del carro di seconda categoria (poi) di Luca Bertozzi. Studia filosofia ed ha appena pubblicato un originalissimo e godibilissimo CD intitolato “La madonna delle nevi beve Ichnusa“. Otto brani da ascoltare e riascoltare ed ascolare ancora… Ah, dimenticavo, per chi non lo conoscesse si chiama Abramo Butrichi ed in questa intervista, realizzata all’interno dell’accogliente e stimolante stanza-libreria del “Why Not?” (ciao Azzurra) in via Aurelia Nord a Viareggio, si presenta in tutto il suo splendore….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *