La Voce del Carnevale

Appuntamento Carnevalesco presente, ogni giorno, tra le pagine de Il Tirreno, edizione della Versilia.

3) lunedì 11 febbraio 2019

Domenica di noncarnevale come il giorno del noncompleanno. Per i turisti giunti in Città, mancano le meraviglie ed Alice se ne ritorna sull’albero, percorrendo a ritroso il tunnel della fantasia. Al posto del Brucaliffo un Brucomela. Il coniglio fatto in bianco al Bellariviera. Nessuna Regina di Cuori sul viale Regina Margherita, un Cappellaio diventato Matto nella vana ricerca della traccia di un carro e non una nota musicale utilizzata per raccontare la favola del Carnevale ai vari Pinco, Panco e Pincopallino a passeggio in Passeggiata.

Fotografia dell’alzabandiera. Da sinistra (o quello che rimane) alla destra che verrà, notiamo: Marcucci fratello e senatore (da Lucca), Marcucci Presidente (da Lucca), l’ex Sindaco di Capannori (da Lucca), il vice Sindaco di Viareggio (da Lucca). Pressochè spariti i viareggini, salvati in corner da Lombardi (assessore Patrizia), mestamente relegata in Tribuna.

Brutto risveglio per i carristi che, dopo le fatiche del primo corso, hanno appreso il risultato della sessantanovesima edizione del Festival di Sanremo (inventato a Viareggio). Considerando che Ultimo è arrivato secondo, ma doveva essere primo, se succede una cosa del genere al Carnevale – hanno pensato – c’è il rischio che prevalga la Teoria del Kaos.

E a proposito del brano di Mahmood ecco, a tal proposito, la voce di Leonardo Dati che si autodefinisce restauratore di cracker: “A questo punto mi auguro che la canzone vincitrice del festival non venga eletta canzone ufficiale”.

2) domenica 10 febbraio 2019

E’ un Carnevale tutto al femminile quello che ha preso il via ieri, in anticipo sulle lancette dell’orologio. Le Carrette hanno preso il posto dei Carri, le Mascherate quello dei Mascheroni. A Burlamacco è stata preferita la Burlamacca. L’azzurro del cielo, tra una nuvola e l’altra, si è colorato di rosa e la spiaggia, per una volta, si è mangiata il mare. Ma il gesto più significativo, senza ombra di dubbio, è stato quello del Sindaco che ha spostato il suo ufficio alla Casa delle Donne.

Al triplice colpo di cannone il primo Corso Mascherato ha iniziato a muoversi ed animarsi sulle note della costruzione di apertura dedicata a Jovanotti.. “Piove, senti come piove, madonna come piove, senti come viene giù”. Domenica, comunque, si cambia. Davanti a tutti una pedana-omaggio a Francesco Baccini e i Ladri di Biciclette (alla Stazione)… “Sotto questo sole è bello sfilare sì, ma c’è da sudare. Sotto questo sole rossi e col fiatone e neanche da bere”.

Inquietante fenomeno naturalfaunistico pochi minuti prima dell’alzabandiera. I gabbiani appollaiati sul tetto di Fappani sono, all’improvviso, volati via, sostituiti da decine di gufi nostrani a cui si è aggiunto il messaggio del Presidente del Consiglio, sicuro – ha letto Daniele Maffei nel saluto inviato alla Fondazione – che quello di quest’anno sarà un “Carnevale bellissimo”.

Che fine ha fatto la cantante, con un gatto morto sulle spalle, la cui esibizione, sul palco sotto il pennone, è stata più volte annunciata, ma non è mai iniziata? Doveva cantare la Spiaggia d’or di Maria Teresa Marchionni o il Coro Muto della Butterfly?

Nessuna traccia di plastica in corso, fatta eccezione per un fottio di labbra a canotto su visi non mascherati e chilometri di Domopak, utilizzati per sigillare cestini e tombini.

1) sabato 9 febbraio 2019

Amici e Amiche ascoltalettori si riparte! Ecco, solo per voi, una radio speciale, dalle forme di conchiglia in carta a calco, con il timbro vocale del grande Brunello Romani. Una rubrica straccata sulla spiaggia del Carnevale dalle ondepagine del Tirreno. E andiamo…

Grandissime novità, eclatanti sorprese per il Corso inaugurale della manifestazione 2019. La prima riguarda l’alza bandiera. Il vessillo della Burlamacca salirà sul pennone (diritto, mi raccomando) accompagnato non dagli squilli di tromba dell’Orselli, ma da quelli dei Cherubini di Lorenzo Jovanotti.

Madrina-Ondina, Carla Fracci che, sul palco di Piazza Mazzini, volteggerà sulle note del “Laghetto dei Cigni” al fianco di Nadia Cupisti. Corre voce, inoltre, di un Blitz in tribuna di Leopoldo Mastelloni che avrebbe accolto l’invito rivoltogli dalla Presidente del Consiglio Comunale Paola Gifuni.

Bandita, dai viali a Mare, la plastica. Panico tra i carristi che sperano che il provvedimento non riguardi anche il polistirolo.

E’ ufficiale, “Un tuffo tra i coriandoli” è la canzone Ufficiale del Carnevale di Viareggio. Ad annunciarlo (a denti stretti, come quando le unghie graffiano gli specchi) la Presidente Marcucci che, in balia delle correnti e delle dichiarazioni ricorrenti, rischiava di annegare nella buca delle polemiche.