Sergio Vannucchi

Conosco Sergio Vannucchi da una vita (e non è un modo di dire). A lui mi legano esperienze e momenti che non dimenticherò mai e che, tanto per rimanere al tema che occuperà le prossime righe, potrebbero riempire quel libro che tanto vorrei scrivere.

Dagli anni trascorsi al Bagno Oceano, alle epiche avventure per distribuire album e figurine, all’entrata ed all’uscita di scuole di mezza Toscana, al fianco di meravigliosi “Amici Miei”. Per non dimenticare, poi, le squadre di calcio ed i campionati amatoriali così coinvolgenti che nemmeno la Champions…

Sergio, o se preferite Sergino, è stato sempre un personaggio unico, sorprendente, imprevedibile, inimitabile. Dotato di una fantasia non comune e di una capacità straordinaria di raccontare, magari inventandole, storie alle quali non potevi e non volevi sfuggire.

Storie che, con il passare degli anni, sono uscite dalle pagine dei giornali per trovar spazio in quelle, ben più ampie, dei libri che, nei lunghi mesi precedenti l’estate, hanno fatto si che il bagnino diventasse, a tutti gli effetti, uno scrittore.

Dal 2007 ad oggi, da parte dei coraggiosi ed appassionati amici della Pezzini Editore, sono stati pubblicati 13 volumi, uno ogni dodici mesi, con una regolarità impressionante ed un successo sempre crescente e meritato. Non solo gli ho letti tutti, ma la maggioranza di questi ho avuto anche il piacere di presentarli al pubblico, nell’ambito di iniziative organizzate da Claudio Vecoli e Cristina Bulgheri per il quotidiano Il Tirreno.

Confesso, gli ho letti sempre con piacere. Per le vicende narrate, l’ambientazione, la caratterizzazione dei personaggi, i riferimenti continui alla mia Città e a persone che realmente ci vivono e che conosco. E così è stato anche per l’ultimo romanzo dal titolo: “Uno dopo l’altro. Il ritorno di Noah Condor” che, approfittando della momentanea assenza della moglie, torna a Viareggio per dar vita ad un vero e proprio “spicinio” nei confronti di un nutrito numero di potenti e crudeli deliquenti a cui Noah la fa pagare ubbidendo, come scritto in copertina, a… “una sola legge, una sola giustizia, la sua…

Bravo Sergio, continua così. Nella mia biblioteca è già pronto lo spazio per i volumi che verranno perchè, oramai, non può essere davvero estate senza il nuovo, avvincente libro di Sergio Vannucchi.

Stefano

PS – ho parlato con Luca. Aspetto che tu tenga fede alla promessa della merenda a base di crema e lingue di gatto. Attiva la Mara. Un abbraccio.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.