E all’improvviso…

Via della Fontanella, da Torre del Lago Puccini direzione Viareggio. Una bella domenica di sole che permette e stimola l’uso della bicicletta, la riconquista del tempo, il piacere dell’aria fresca sulla pelle.

Pedalata dopo pedalata procedo, in compagnia dei miei cari e dei miei pensieri. Tanto verde, ampie visuali ed una pace che rigenera con, inoltre, la possibilità, l’opportunità di guardarmi intorno. Ed è in questo contesto che all’improvviso la noto…

Posizionata sulla parte destra della strada, nel mezzo di una lunga recinzione di una strada, c’è una sorta di piccola casetta. E’ una libreria a due scafalli sopra i quali sono posizionati diversi volumi, praticamente nuovi, ma tutti così irresistibilmente interessanti. Chi gli ha messi (gli stessi che hanno dato corpo a questa splendida idea) spiega, anche, le semplici regole da osservare.

Totale libertà per chiunque di prendere un libro, di riportarlo o non riportarlo, di affiancarlo ad altri che vogliamo mettere a disposizione di questa che è una bellissima opportunità per segnalare storie, alimentare il senso collettivo della condivisione, aggiungere pagine a pagine. Che bello…

Bello come il libro che è salito sulla mia bicicletta e che, una volta giunto alla pagina 634, riporterò in buona compagnia nella sua fantastica e temporanea dimora.

Grazie a chi questa cosa l’ha pensata e realizzata e buona lettura a tutti coloro che avranno la fortuna di aprire questa piccola porta di vetro oltre la quale c’è tutto il mondo possibile ed immaginabile.

Ah, dimenticavo… il libro di cui parlo è “La cattedrale del Mare” di Ildefonso Falcones (TEA Edizioni)

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.