Dee Dee Bridgewater… e non solo

Il grande Roberto Paglianti (fotografo a 360°), sempre più spesso, attingendo dal suo sterminato archivio, pubblica immagini che ci riportano indietro nel tempo. Testimonianze in biancoenero che riaccendono il senso delle storie. Alcune volte mi coinvolge chiedendo informazioni o conferme riguardo a questo o quello scatto. E’ accaduto anche con questa bella fotografia che Roberto mi ha inviato su messenger, chiedendomi: “Lo sai questa chi è?“.

Certo che lo so!“, gli ho risposto subito, chiedendogli il permesso di pubblicarla per raccontare alcune cose che ricordo…

Estate 1991. Ho la fortuna di lavorare per (con) la D’Alessandro & Galli che, in quell’anno, propone, tra le altre cose, un’edizione toscana di altissima qualità, la quarta, del Summer Festival (che poi avremmo perso, come da tradizione, a favore di Lucca… che ringrazia).

10 luglio, alla Bussola di Focette, concerto degli Yellowjackets, gruppo americano che fa dell’ottimo jazz fusion, con un ospite speciale: Pino Daniele, che torna a cantare dopo tre anni di silenzio dovuto a motivi di salute.

L’11 luglio siamo, invece, nella splendida Piazza Santa Croce a Firenze dove si esibisce, con grandissimo successo, Paul Simon. Serata davvero emozionante, unica tappa italiana, ed uno striscione che, se chiudo gli occhi, rivedo ancora nitidamente. Era quello appeso al terrazzo di una casa con vista piazza e nessun biglietto da pagare: “Grande Paul, ti siamo grati-s!“. Anche in questo caso un ospite d’eccezione, il sassofonista Michael Brecker.

18 luglio a Calcinaia provincia di Pisa, Jimmy Sommerville, ex leader dei Bronski Beat. Concerto annullato per un problema di salute.

22 luglio allo “stadio” di Lido di Camaiore (il Magazzeno…) Pat Metheny con il suo gruppo.

3 agosto, invece, sempre al Magazzeno, l’unica data italiana dei Neville Brothers.

Ed eccoci alla foto. E’ il concerto di chiusura del Festival. Si esibisce Dee Dee Bridgewater, cantante statunitense, definita una delle poche eredi delle grandi voci femminili del jazz. C’è attesa per questo appuntamento, previsto sempre al “Magazzeno”. Ed è quindi fortissima la delusione dei fan quando si apprende che l’artista ha subito un incidente e che non può esibirsi. Cose che capitano anche nel variegato mondo dei concerti live.

La situazione è immortalata da Roberto che, da bravo fotoreporter, attende l’arrivo della Dee Dee Bridgewater in albergo. Con lei tre figure maschili. A sinistra, in grande forma, sorridente, un altro “monumento” della fotografia versiliese: Aldo Umicini. Dietro di lui, con i baffi e la maglietta dei “Neville”, Mimmo D’Alessandro, a destra, in versione balneare, il socio Adolfo Galli.

Che ricordi!

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.